Xi Jinping elogia le relazioni della Cina con la Russia e Putin ribadisce la collaborazione tra i 2 Paesi 

Il presidente cinese Xi Jinping ha inviato un telegramma di auguri per Capodanno al presidente russo Vladimir Putin: ad annunciarlo è stato il ministero degli Esteri cinese. In quel telegramma ha espresso grande soddisfazione per lo sviluppo delle relazioni sino-russe.

Il leader cinese Xi Jinping ha voluto sottolineare: “Sono profondamente soddisfatto dei risultati dello sviluppo delle relazioni tra Cina e Russia. Nel 2022 i nostri Paesi celebreranno l’Anno dello sport sino-russo e scriveremo una nuova pagina nella storia dell’amicizia tra i due Paesi, tramandata di generazione in generazione. Sono sinceramente pronto a mantenere stretti contatti con voi ed a svilupparli in varie forme”

Ha poi ricordato Xi che nel 2022 Putin visiterà la Cina e parteciperà all’apertura delle Olimpiadi invernali di Pechino.

E l’ufficio stampa del presidente russo ha riferito che Putin ha ricambiato gli auguri di Capodanno a Xi Jinping, osservando che Russia e Cina hanno collaborato in modo molto produttivo nell’anno in corso, nonostante la pandemia.

Lo stesso Putin, durante un forum sugli investimenti nei giorni precedenti, sveva precisato: “Nel valutare il livello di cooperazione con la Cina, la Russia sarà guidata dai propri interessi. Hanno cercato di spaventarmi riguardo la Cina dal 2000 e da allora quelli che tentavano di farlo si sono spaventati e hanno cominciato a cambiare la loro politica nei confronti della Cina”.

Due paesi quindi che hanno un profondo rispetto reciproco e che non hanno la presunzione, come l’Italia e l’Unione Europea, di far loro la morale sui diritti umani quando soprattutto l’Italia è l’ultima a poterlo fare, avendo aspettato decenni prima di provare a fare una seria riforma della giustizia, obiettivo sollecitato dall’Unione Europea ed ancora tutt’altro che raggiunto.