Putin contro le bugie e l’ipocrisia dell’occidente

L’occasione è stata la sua visita di stato in Uzbekistan al termine della quale il Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin si è intrattenuto con i giornalisti ai quali ha voluto ribadire la chiara e coerente posizione del proprio Paese.

“Io guardo sempre con grande stupore a quelle che sono le varie mosse attuate dai nostri amici e partner occidentali, i quali affermano che la Russia si rifiuta di negoziare. Io l’avrò detto almeno un migliaio di volte, ma è come se non avessero orecchie per intendere: noi non ci rifiutiamo [di negoziare]. È la parte ucraina ad essersi rifiutata pubblicamente. Hanno siglato l’accordo per poi tirarsene indietro, con l’obiettivo di sconfiggerci sul campo di battaglia. Non ci stanno riuscendo, però. E ora, quindi, sarebbero pronti [a negoziare]. Bene, se siete pronti, allora tornate. Ma di che stiamo parlando?

Loro vogliono tracciare una sorta di “disegno”, e vogliono dare l’illusione che questo “disegno” che hanno voluto tracciare, che loro stessi hanno tracciato sulla base delle loro “aspirazioni”, goda del totale supporto a livello globale; vogliono farlo passare come se fosse la posizione consolidata della comunità internazionale. Ma così non funzionerà.

Ed è precisamente questo a farci capire che loro non intendono affatto arrivare a un accordo, al contrario: si stanno aggrappando all’idea di poter ottenere ancora qualcosa e di poter ribaltare la situazione sul campo di battaglia. Però non ci stanno riuscendo. E quanto più ci proveranno, tanto maggiori saranno le perdite. Perdite, queste, che non andranno certo a vantaggio delle forze armate ucraine. Perché questo sta accadendo?”

Parole quelle di Putin che dimostrano ancora una volta come mentre da parte russa c’è sempre stata la disponibilità a trovare una soluzione (che tenga conto delle legittime rivendicazioni di Mosca) da parte dell’occidente ci sono state bugie e inganni, con l’unica volontà di proseguire una guerra per piegare la resistenza della Russia, che invece sta resistendo e vincendo sul campo.

Claudio Marini