La Nissa dei record, ennesimo capolavoro di Luca Giovannone

Alla già conquistata e meritatissima promozione in serie D la Nissa ha aggiunto nell’ultima giornata di campionato un altro record, quello della media punti più alta d’Italia.

Già a dicembre avevamo analizzato l’ottimo campionato fino ad allora disputato, un campionato che era destinato a concludersi con il primo posto e che ha riservato tante altre soddisfazioni per il sodalizio di Caltanissetta.

Ma non dobbiamo dimenticare, al di là dei meriti della squadra e del tecnico, l’artefice della rinascita del calcio nisseno, il presidente Luca Giovannone che giustamente non considera la promozione in serie D un punto di arrivo ma un punto di partenza per traguardi ancora più ambiziosi, puntando da subito a salire in serie C.

In passato il Latina era riuscito a risalire dai dilettanti fino a sfiorare la serie A (in un discutibile spareggio giocato contro il Cesena) e soltanto manovre extracalcistiche ne minarono la solidità e fecero finire il sogno.

Tornando al presidente Giovannone ha avuto soprattutto il merito di credere in questo progetto profondendo energie e tempo: è uno di quelli che fa le cose con passione, una qualità sempre più rara nel mondo del calcio.

Da una vita impegnato nel mondo del lavoro, offrendo tante opportunità direttamente ed indirettamente, non è nuovo nello sport: anni fa aveva salvato il Torino dal fallimento, salvo poi passare la mano a Cairo: sicuramente uno come lui merita una squadra in categorie superiori e gli facciamo i nostri migliori auguri per poter presto arrivare nella massima serie.